Concluso il corso di lingua greca di Calabria

Un enorme successo, quello del corso di lingua calabro-greca “Matthènnome tin Glossa Grèka tis Kalavrìa / Impariamo la Lingua Greca di Calabria”, organizzato da “Accademia del Tempo Libero”, Apodiafazzi e Amici degli archivi e delle biblioteche, giunto al secondo anno, incentrato sull’apprendimento della grammatica e della conversazione in lingua, e articolato su 50 ore (25 lezioni di due ore), con giornata fissa al Mercoledi.

Una vera e propria opportunità per la città di Reggio Calabria per conservare tradizioni e memorie che rischiano di andare perse per sempre.
I numerosi corsisti che dal 19 ottobre 2017 al 23 maggio 2018 hanno deciso di approfondire la conoscenza di questa affascinante lingua che affonda le sue radici in un antichissimo passato. Grande la soddisfazione dei presidenti delle due associazioni, Silvana Velonà e Carmelo Giuseppe Nucera, i quali hanno chiuso i lavori porgendo i saluti ai partecipanti.

Voglia di conoscere la lingua, dunque, ma non solo. Anche di fare un tuffo nel passato attraverso le usanze, la storia, la musica, le tradizioni, la spiritualità, i Codici Greci, i prodotti identitari, di questa incredibile civiltà sulle cui orme oggi noi camminiamo. Perché il corso ha racchiuso tutto questo e tanto altro: oltre a fornire la conoscenza dei rudimenti della lingua e della cultura Greco-Calabra, ha rafforzato la consapevolezza delle proprie radici e la capacità di comprendere e produrre testi e conversazioni nella lingua Greco-Calabra. Con una visione a 360 gradi sulla cultura grecanica, anche attraverso gli interventi di illustri ospiti ed esperti di ogni campo che hanno intramezzato le lezioni, tenute dalla dottoressa Teresa Pietropaolo, con la “linguamadre” signora Francesca Tripodi come “ospite d’onore” fisso.
La conoscenza dei Comuni di cultura Greco-Calabra è stata inoltre approfondita attraverso visite guidate in area grecanica, che culmineranno in un viaggio finale in Grecia.

L’ampia partecipazione e il sentito coinvolgimento rappresentano un segnale tangibile della volontà, da parte dei cittadini, di conoscere in modo più approfondito le proprie radici e di conservare le tradizioni di un popolo antichissimo, che rischiano il definitivo oblio. E le associazioni Accademia del Tempo Libero e Apodiafazzi hanno ben interpretato questa esigenza offrendo uno strumento prezioso che va a beneficio non solo dei partecipanti ma dell’intero territorio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Translate »